Siamo a metà Agosto, e finora questa Estate 2015 passerà agli annali come una delle più calde e afose di sempre sul nostro Appennino. A parte fugaci annuvolamenti, e ancor più rari scrosci di pioggia, le temperature sono state molto elevate a tutte la altitudini, rendendo quasi impossibile ritagliarsi il tanto desiderato refrigerio dalle roventi vallate e pianure sottostanti

Soltanto il mese di Giugno a tratti è stato clemente, quando la campagna si presentava ancora verde

IMG_4581_WEB1200

I campi fiorivano in una moltitudine di forme

IMG_4600_WEB1200

e anche il sottobosco emanava un profumo fresco ed estivo

IMG_4571_WEB1200

una luce radiosa illuminava ogni particolare

IMG_4550_WEB1200

regalando lunghe giornate in apertura d’Estate

IMG_4650_WEB1200

Nei campi più a valle era tempo per i tagli dei fieni, quando nei giorni del Solstizio, tutto rimaneva illuminato fino a tarda ora

IMG_8795_WEB1200

e le coltivazioni erano al giusto grado di maturazione

IMG_8790_web1200

Ci si preparava così ai mesi più caldi, quelli che determinano la stagione dei frutti e dei funghi autunnali

IMG_4718_web1200

Di funghi estivi purtroppo non ce n’è stata traccia, se non per una piccola parentesi di pochi giorni, quando le piogge di inizio/metà Giugno diedero luogo a qualche raro ritrovamento nei punti più assolati, ma allo stesso tempo riparati dal forte vento dei giorni a seguire

IMG_4728_WEB1200

non rimaneva quindi che spostare la propria attenzione su altri protagonisti della stagione, aspettando tempi migliori per i boleti

IMG_4679_WEB1200

Ad inizio Luglio la varietà di forma e colore di certo non manca, come quella di questa Adscita statices

Adscita statices

oppure quella elegante del Giglio martagone, la cui fioritura è tipica nei primi giorni di Luglio nei campi d’alto Appennino

IMG_4883_WEB1200

preceduta di qualche giorno di quella del “fratello”, il Giglio di San Giovanni

IMG_4908_web1200

un fermento notevole in ogni angolo di bosco

IMG_4931_web1200

anche osservando nei minimi dettagli si scorge la vita quotidiana di ogni abitante

IMG_4944_WEB1200

colori estivi, forti ed intensi, proprio come le settimane che li seguiranno

IMG_4934_WEB1200

e come dicevo in apertura, fino ad ora non si può certo dire che questa prima parte di Estate non sia stata intensa, sopratutto a livello termico. Persino nelle ore serali, trovare ristoro in quota risultava complicato nella parte centrale di Luglio

IMG_4953_web1200

Si doveva attendere la notte per tornare a respirare, potendo beneficiare del fresco dovuto essenzialmente alle correnti d’aria provocate dallo scambio di masse d’aria tra pianura e crinali

IMG_5015_WEB1200

Le lucciole a queste quote popolano i campi proprio in questo periodo dell’anno e osservare la loro danza nell’oscurità totale, dona un tocco di magia al contesto

IMG_5021_WEB1200

mentre il traffico dei vacanzieri e la calura rimangono laggiù, a fondovalle

IMG_5004_web1200

lontani dalle oasi di pace dei crinali d’Appennino, dove l’aria è più fresca, e il silenzio della notte avvolge tutto, ora dopo ora

IMG_5012_web1200

Godiamoci l’ultima parte di Estate, sperando in un meteo quantomeno “non estremo”, e magari perchè no, in un Autunno mite e generoso di frutti 😉 Buone Ferie!

 

 

 

Pin It on Pinterest

Share This